www.davidegiansoldati.it

www.davidegiansoldati.it

4 consigli pratici per promuovere il tuo libro

Immaginate di essere in ascensore con l’editor di una delle nostre grandi case editrici italiane: avete meno di 60 secondi per convincerlo a fargli leggere il vostro libro.

Come fate?

Oggi voglio condividere con voi 4 consigli:

1. Se non lo promuovete voi, il vostro libro, non lo farà nessun altro.

Che abbiate deciso di pubblicare il vostro libro attraverso un editore o in self publishing, la promozione e il successo del vostro libro sono tutte nelle vostre mani.

Una volta su un forum online ho letto questa frase “Sono uno scrittore. Promuovere il mio libro non è una mia responsabilità, è compito dell’editore”, e c’erano diverse persone che gli davano ragione.

Sulla base della mia esperienza posso dirvi che chi ha scritto quella frase si sbaglia: i risultati migliori nascono dal lavoro di squadra tra autore ed editore, quando è presente, ma soprattutto tra autore e i primi lettori forti.

Come autori, è un nostro compito, una nostra responsabilità: il successo del nostro libro dipende da noi.

La voce che racconta il libro è la vostra, e l’editore, gli amici social media manager, i primi lettori, sono il megafono che amplifica la forza della vostra storia.

E tutto parte dalla forza della vostra storia, di quello che racconta, del sogno che fa sognare.

2. I nostri lettori sono interessati alla storia della nostra storia.

Raccontare il vostro libro, come è nata l’idea di scriverlo, come avete sviluppato il tema portante, chi avete coinvolto nella lettura della prima versione e perché, sono tutti contenuti interessanti per chi segue, persone curiose di conoscervi meglio.

Raccontate perché avete scritto questo libro, qual è la promessa che è racchiusa nelle sue pagine. Se è un testo professionale, qual è il vantaggio competitivo che ottiene chi legge il vostro libro?
Se un romanzo, una raccolta di poesie o una antologia di racconti riusciamo a far perdere il lettore nelle nostre pagine, a emozionarlo? Riusciamo a creare l’effetto volta pagina, che lo tiene ancorato al libro fino a tarda notte?
Chi ha già letto il vostro libro? Cosa ne pensa? Perché non glielo chiedete? Perchè non lo intervistate, o lo trasformare in un ospite in una delle vostre dirette online o su un post sul vostro blog.

3. Allenatevi a raccontare il vostro libro
Riuscite a raccontarlo in 2 minuti di video? In 10 parole scritte? In un Tweet? Con 3 immagini? Con un video di 60 secondi? E con un video da 30 secondi?
E cosa potete raccontare in 15 secondi per catturare l’attenzione del vostro potenziale lettore.
Avrete sicuramente sentito parlare degli elevator pitch: immaginate di essere in ascensore con un famoso agente letterario di fama internazionale o con l’editor di una delle nostre grandi case editrici italiane: avete meno di sessanta secondi per convincerlo a leggere il vostro libro.
Dovete essere incisivi, interessare e catturare l’attenzione di quella persona e conquistarla.
Ci potete riuscire solo se vi siete allenati ore e ore a raccontare in modo sempre più essenziale e conciso il contenuto del vostro libro.
Riuscite a rispondere in una frase a perché io dovrei leggere il vostro libro?
Allenatevi per rendere tutto ciò semplice, snello, veloce, diretto.
Raccontare il nostro libro è come partecipare ad uno speed date con l’anima gemella: avete l’opportunità di convincere chi vi ascolta della bontà della vostra storia e del vostro contenuto, giocate bene le vostre parole.
Spiegate il libro in poche parole, se si mostra interessata o interessato, allora passate ad una versione più lunga e poi ad una più lunga ancora, in un gioco di scatole cinesi che man mano svelato l’universo mondo dei vostri contenuti.

4. C’è un libro che aspetta di essere letto
Leggete il mio nuovo libro “Promuovere e raccontare i libri online”, un compendio di tutto quello che può servire ad ognuno di noi per navigare in modo agile nel web.
Un libro che parla di libri e che raccoglie tanti consigli per promuovere il vostro libro e trovare tanti nuovi lettori.
L’ho scritto pensando ad ognuno di noi, l’ho scritto pensando a me stesso mentre lo promuovo online, l’ho scritto immaginando ognuno di voi alle prese con la sua storia e la voglia di raccontarla agli altri.
Partecipate al mio evento online durante Bookcity “Lavorare in editoria. Raccontare i libri sui social”: sarà qualcosa di inedito, perché vi siete iscritti in più di 600 persone e solo online, avrei potuto sedermi e dialogare insieme con tutti voi.

Ora tocca a voi, prendete in mano il vostro libro e preparatevi a fare una e una sola cosa.

A raccontarlo.

Raccontate la passione con cui l’avete scritto, l’energia che ci avete messo, i contenuti, le riflessioni, i dubbi, le domande… la storia del libro è il backstage e tutti vogliono dare una sbirciata nel dietro le quinte.

I vostri potenziali lettori, aspettano solo di essere invitati, cosa state aspettando?

Ci vediamo a Bookcity per chi può collegarsi con me domenica, e con tutti gli altri ci vediamo tra sette giorni.

Se non l’avete già fatto seguitemi sul mio canale Telegram, il modo più veloce per restare in contatto.

 

Photo by Austin Distel on Unsplash

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliate:


Resta aggiornato

Iscriviti alla newsletter