Apple mi ha stupito ancora!

Per me si è appena conclusa la quinta settimana in “quarantena”.

In questi giorni in cui siamo tutti isolati, in cui ci manca il calore di un abbraccio, l’intesità di uno sguardo o di una semplice stretta di mano, il telefono è lo strumento principale per restare in contatto con gli altri.

Qual è quell’imprevisto o problema che non vorreste mai augurare a nessuno in questa situazione? Di non restare senza telefono.

E giovedì è successo anche quello che non avrei mai voluto che accadesse.

Il mio smartphone Apple XR giallo è morto, al 99% il problema è la batteria che non si ricarica più.

La sera prima mi ha permesso di postare gli ultimi commenti sui social e la mattina dopo non ha più dato segni di vita, così, apro subito il sito ufficiale Apple e mi metto in contatto con la loro assistenza via chat.

Temevo di prepararmi a lunghe attese, di dover questionare con gli operatori, di dover compilare chissà quale versione dell’autocertificazione per poter raggiungere un punto Apple in automobile e risolvere forse il problema.

Non vi nascondo che ho anche pensato all’ipotesi di dover restare senza telefono fino alla fine di questa emergenza.

Per fortuna non è successo nulla di tutto questo.

Attivo la chat e in meno di due minuti sto parlando con una operatrice, non un Bot!, lei si chiama Daniela.

Spiego rapidamente il problema e specifico la situazione di “quarantena” in cui mi trovo, non si sa mai, con gli operatori che rispondono di solito da chissà dove, se sono al corrente della nostra situazione in Lombardia.

Daniela mi sorprende, con un giusto mix di professionalità ed empatia, capisce il mio problema, il mio disagio e la mia preoccupazione e mi scrive che anche lei, proprio per la stessa situazione di emergenza, mi sta rispondendo da casa sua e che farà il possibile per aiutarmi.

Facciamo le verifiche del caso, i test di rito necessari per certificare che il mio iPhone Xr ha un problema alla batteria e poi mi dice che sono pronti per avviare la procedura di sostituzione.

Io per fortuna quando avevo comprato a novembre, il mio iPhone, avevo attivato anche Apple Care Pack, così Daniela al telefono mi ha potuto confermare che PRIMA, mi avrebbero mandato un telefono nuovo e che POI, avrei avuto a disposizione dieci giorni per rispedire a Apple quello non funzionante.

Alla mia domanda, e quanto ci metterete a farmi avere il nuovo telefono, Daniela risponde con una media di 3/5 giorni, ma precisa che, vista la situazione potrebbero non essere sempre garantiti, anche se, al momento, non hanno segnalazioni di ritardi particolari.

Completiamo la procedura e mi metto il cuore in pace, mi rassegno ad aspettare, ricorrendo ad un vecchio telefono che diventa il mio muletto.

Sapete quanto ci ha messo Apple a farmi avere il nuovo telefono? 1 giorno, un solo giorno da quando ho aperto la segnalazione a quando è arrivato il corriere UPS da me.

Ora, io non so chi devo ringraziare: se Apple che ha preso in carico il mio problema prima di mezzogiorno di giovedì, il corriere UPS, che è stato non veloce, di più, ma io prima delle dodici di venerdì avevo in mano il telefono nuovo.

Voglio ringraziare tutti: Daniela, Apple, UPS e anche la mia scelta di attivare sempre l’estensione di garanzia sui prodotti Apple, perché non ha prezzo.

Grazie Apple, mi hai stupito ancora!

 

Photo by Przemyslaw Marczynski on Unsplash

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliate:


Resta aggiornato

Iscriviti alla newsletter