Le 3 domande sul foglio di carta

Sapete qual’è una delle domande che mi viene fatta più spesso: ci sono tanti libri su questo argomento, Davide, come posso far notare il mio?

La domanda è giusta e proprio per farvi capire quanto sia non solo importante, ma fondamentale, vi do alcuni numeri:

Secondo i dati dell’Associazione Italiana Editori nel 2019 sono state pubblicate 74.695 novità, una media di 204 libri ogni giorno.

Vengono pubblicati 204 libri ogni giorno.

In che modo il vostro libro si può distinguere dagli altri?

La risposta passa attraverso tre domande importanti.

Prima di conoscerle vi serve un foglio di carta, almeno un formato A4, se potete anche un A3 e una penna.

In alto sul foglio scrivete il titolo del libro bello in grande e lo riquadrate ed evidenziate in modo che sia ben visibile.

Ora vi chiedo di dividere il foglio in 3 parti e di numerarle da 1 a 3.

 

Il primo riquadro lo chiamiamo posizionamento.

La domanda che dovete farvi è qual è l’unicità del vostro libro?

L’unicità è quella che gli americani abbreviano con USP, Unique selling proposition, proposizione unica di vendita.

Non è una domanda scontata e spesso non viene fatta nel momento corretto.

Non è nemmeno una domanda dalla risposta facile, per questo vi consiglio di riformularla così:

Qual è l’elemento del vostro libro differenziante? Cosa rende il vostro libro diverso?

Potete chiedervi ad esempio: in che modo il libro affronta l’argomento? Con che taglio? Da che punto di vista? Da quale sfida siete partiti come autori? Con quale obiettivo?

Lasciate che le parole scorrano sul foglio una dopo l’altra,, riempiendo il primo quadrante; scrivetele tutte così come arrivano, poi quando avete completato l’elenco scegliete i tre elementi che vi sembrano più particolari, diversi, originali.

 

Il secondo riquadro lo chiamiamo Lettore ideale

Ogni libro ha un suo lettore ideale.

Da qualche parte sui social network esiste anche il lettore ideale del vostro libro e sta aspettando proprio voi; è in attesa di poter leggere la vostra storia o di imparare qualcosa da quello che avete scritto.

Focalizzatevi su raggiungere all’inizio un massimo di 150 persone interessate al vostro contenuto, desiderose di leggere il vostro libro e di trovarvi contenuti utili e preziosi per loro.

Create un identikit del vostro lettore ideale, dategli una tridimensionalità:

Che età ha?

Che lavoro svolge?

E’ sposato o sposata?

Ha figli?

Dove vive?

Cosa fa nel tempo libero?

Dove si informa e si tiene aggiornato?

Che siti consulta la mattina?

Quali app sullo smartphone utilizza durante la giornata?

Che problema ha e cosa cerca?

 

Create una vera e propria carta d’identità del vostro lettore nel secondo quadrante.

Dategli anche un nome, lo renderà ancora più vero e reale.

 

Il terzo riquadro lo chiamiamo “la promessa”.

Immaginate il vostro lettore ideale, con il vostro libro in mano.

Ha appena letto l’ultima pagina del libro e ha un’espressione soddisfatta sul volto.

Come si sente? Quali emozioni sta provando? Quali pensieri frullano nella sua testa? Cosa ha imparato? Quale sarà il prossimo passo? Cosa volete che faccia?

Quando il vostro lettore ideale ha in mano il vostro libro, si fa un’idea del contenuto dalla copertina, dal titolo, dai contenuti che emergono dall’indice e dal numero di pagine.

Quell’idea iniziale è quella che lo spinge poi a comprare il libro e a leggerlo.

Ogni pagina del libro dovrebbe sostenere la promessa “nascosta” nel titolo del libro, nella quarta di copertina e accompagnare il lettore fino alla fine e confermarla anche nell’ultima pagina.

Quindi chiedetevi:

Come si sente?

Quali emozioni sta provando?

Quali pensieri frullano nella sua testa?

Cosa ha imparato?

Quale sarà il prossimo passo?

Cosa volete che faccia?

 

Rispondete a queste domande con una o più frasi che scriverete nel terzo quadrante, poi prendete il meglio da ognuna e formulate la promessa finale.

Tutto chiaro? Provateci anche voi è più facile di quel che si possa pensare.

Ricapitolando, vi serve un foglio A4, meglio se A3, in alto scrivete il titolo del vostro libro e poi lo dividete in tre sezioni che andrete a numerare da 1 a 3.

Per ogni sezione, vi riepilogo le tre domande importanti da scrivere sul foglio sono:

  1. Qual è l’unicità del vostro libro?
  2. Chi è il vostro lettore ideale?
  3. Qual è la vostra promessa?

 

Se volete costruire la vostra strategia di comunicazione del libro, partite da qui, da un foglio di carta diviso in 3 parti.

Se volete ascoltare questo intervento in formato audio, ascoltatemi sul podcast!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliate:


Resta aggiornato

Iscriviti alla newsletter