Il figlio del cimitero

Se siete dei fan di Gaiman come me, dovete leggere ogni suo libro, è da questa premessa che parte la mia scelta di leggere anche questo suo testo, Il figlio del cimitero, pensato più per i ragazzi, ma che, ve lo assicuro, piacerà anche agli adulti.

La scrittura di Gaiman si riconosce già dalle prime pagine del libro, una storia che inizia con una specie di serial killer pronto a far fuori una famiglia e con un bambinetto in fuga che trova rifugio e riparo in un cimitero, un cimitero che prende vita e che lo adotta e protegge.

Le parole che usa Neil Gaiman hanno qualcosa di magico e potente, prendete ad esempio questa descrizione:

Il cielo era rosso, ma non il rosso caldo di un tramonto. Era un rosso collerico, torvo, il colore di una ferita infetta.

Oppure questa immagine del sole:

Il sole era piccolo, dall’aspetto vecchio e distante.

Solo Gaiman può definire l’oscurità invece così:

un’oscurità gentile ed esausta lo ghermì.

E che dire di queste poche parole che con una semplice pennellata riescono a raccontare un quadro intero:

era lontano dalla vista, era lontano dai pensieri.

Oppure:

Era una città costruita solo per essere abbandonata

Se vi piace il fantasy, leggetelo. Se vi piace scrivere, leggetelo. Se cercate una storia leggera ma che rievoca in qualche modo le trame di Harry Potter, leggetelo.

Se vi piace Gaiman e non l’avete ancora letto, leggetelo.

 

Se ne volete un assaggio, potete leggere l’estratto qui su Mondolibri, buona lettura!

Copertina di Il figlio del cimitero - Neil Gaiman

Il figlio del cimitero

di Neil Gaiman
Argomenti: fantasy per ragazzi
Editore: Mondadori Oscar
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo di copertina: € 11,50
Disponibile anche in formato ebook

Compralo online su Amazon!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliate:


Resta aggiornato

Iscriviti alla newsletter